martedì 7 agosto 2012

Impianto di riscaldamento centralizzato, serve l'unanimità se il distacco comporta un incremento di spesa per gli altri condomini.


Cass., sez. II Civile, sentenza n. 13718 del 31/07/2012.
Perché il condomino possa staccarsi dall'impianto centralizzato senza l'unanimità di consenso dei altri condomini, è necessaria la duplice condizione che dal distacco non derivino né uno squilibrio termico pregiudizievole all'impianto né un aggravio di spese per coloro che continuino ad usufruire dell'impianto. Nel caso di specie il distacco dell’unità immobiliare comportava per i restanti condomini un notevole incremento di spese, cosicché il condomino non aveva diritto a distaccarsi dall'impianto, senza il consenso dell'unanimità degli altri condomini, con conseguente nullità delle delibere condominiali che avevano diversamente stabilito.   

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget