lunedì 24 gennaio 2011

Metano, agevolazioni fiscali per chi ha l'impianto centralizzato.


L'Agenzia delle Entrate - a seguito di un'azione promossa dal Sunia (Sindacato unitario inquilini e assegnatari) - ha recentemente riconosciuto l'applicabilità dell'aliquota Iva al 10% sulle forniture di gas metano per le abitazioni appartenenti a condomini o ad immobili di cooperative serviti da impianti centralizzati. In sostanza viene estesa l'applicabilità dell'aliquota Iva agevolata (il 10% anziché il 20%) per quanto riguarda la somministrazione di gas metano (e di Gpl) per usi civili, che in precedenza era stata riconosciuta solo agli impianti autonomi.

Il beneficio fiscale si applica nel limite quantitativo di 480 mc/anno per singolo utente, calcolato moltiplicando 480 per il numero di utenti dell'impianto centralizzato. L'agevolazione va inoltre riferita ai condomini che sono allacciati esclusivamente all'impianto centralizzato e non fruiscono di un'utenza autonoma sulla quale hanno già potuto applicare il beneficio. I soggetti gestori, per determinare l'aliquota Iva da applicare, dovranno acquisire le dichiarazioni degli amministratori di condominio attestanti il numero dei condomini cui riferire il beneficio.

Questo nuovo indirizzo comporterà d'ora in poi per le famiglie parmigiane servite da impianti centralizzati di riscaldamento a gas metano non solo un risparmio, ma anche la possibilità di farsi restituire - dietro presentazione di apposita richiesta - le somme pagate in eccesso negli anni scorsi. Gli amministratori di condominio potranno richiedere alle società erogatrici del servizio il rimborso della maggiore Iva eventualmente applicata, fornendo una dichiarazione attestante il numero di condomini aventi diritto.

2 commenti:

Vittorio Silva ha detto...

Ma si intende che l'IVA al 10% è valida anche retroattivamente?

Tojo

Massimo Principato ha detto...

Le aziende del settore e per il tramite delle associazioni di categoria delle imprese esercenti la vendita gas stanno approfondendo i termini applicativi delle due risoluzioni con l'Amministrazione finanziaria, in particolare al tema del riconoscimento della retroattività dei provvedimenti emanati ed alle modalità di informazione verso i soggetti coinvolti ed aventi diritto.

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget