giovedì 21 ottobre 2010

Muffa e umidità nell'appartamento locato, il proprietario paga i danni anche se l'inquilino è moroso.


Corte di Cassazione, sez. III, sentenza 28 settembre 2010, n. 20346
Se l'immobile è affetto da umidità il giudice può decretare il risarcimento danni ( dovuti all’ammuffimento dei suppellettili ) in favore dell’inquilino a carico del proprietario, anche quando il locatario risulta sfrattato per non aver pagato i canoni mensili.

(Nella specie Il proprietario intimava sfratto per morosità al locatario per essersi autoridotto il canone stabilito e per aver completamente omesso il pagamento nei mesi successivi.)

Fonte: Condominioweb

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget