mercoledì 29 settembre 2010

La vittoria di Rambo: il cane malato potrà utilizzare l'ascensore.


"Rambo", il cane malato a cui era stato vietato l'uso dell'ascensore, ha vinto. Infatti il condominio di Villa Bonelli ha deciso di ritirare la delibera Il povero cane, di razza labrador, è gravemente malato: soffre di displasia alle anche e osteoartrosi al gomito delle zampe anteriori e per lui, fare più volte al giorno quattro piani di scale, era diventato pericoloso e doloroso. La sua malattia, degenerativa, poteva aggravarsi sempre di più con lo sforzo del peso sulle sue zampe. Per questo motivo la sua padrona utilizzava l'ascensore per potarlo su e giù dal quarto piano.

Ma purtroppo una delibera condominiale, avanzata dai suoi vicini, aveva impedito di utilizzare l'ascensore per far scendere Rambo, causando quindi gravissime complicazioni alla sua vita e a quella della sua padrona che, se non fosse riuscita a trovare una soluzione, avrebbe dovuto abbandonare l'appartamento per trovarne un'altro al piano terra. La proprietaria, disperata, si era rivolta a CODICI ( Centro per i Diritti del Cittadino ) , raccontando la sua storia allo sportello che si occupa di diritti e tutela degli animali. Il CODICI, ascoltata la triste storia, aveva prontamente richiesto il ritiro immediato della delibera per far si che la questione non andasse a finire direttamente dinanzi ad un giudice di pace, e in questi giorni, l'intero condominio, riunitosi in assemblea ha votato per la revoca di quest'ultima.

" E' un caso che ha destato l'interesse e lo sdegno di moltissimi cittadini" spiega Valentina Coppola del CODICI," la situazione era particolarmente toccante data la malattia del cane, ma è un caso tutt'altro che isolato. Il nostro sportello tutela animali riceve in media una decina di mail a settimana che significano più di 500 annue riguardanti problemi condominiali a causa dell'utilizzo degli spazi comuni da parte di proprietari di animali domestici".

Il povero "Rambo" potrà quindi utilizzare nuovamente l'ascensore e garantirsi così le sue uscite quotidiane all'aperto. Inoltre il CODICI consiglia, prima dell'acqusto o del fitto di un appartamento, di sincerarsi che il regolamento condominiale contrattuale, cioè il regolamento stabilito dal costruttore del palazzo ed accettato mediante approvazione esplicita da tutti i condomini al momento della compravendita, non contenga la clausola di divieto di detenzione di animali domestici o di utilizzo dei luoghi comuni (ascensore, vialetto di accesso, parchetto...) da parte di questi.
 
Fonte: RomaToday

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget