venerdì 13 marzo 2009

L’installazione di condizionatori d’aria e il decoro architettonico.


Cass. Civ. 22.08.2003 n.12343

Con la sentenza in esame, la Cassazione ha ritenuto che, in ambito condominiale, per l’installazione di condizionatori d’aria, pur trattandosi di modificazione consentita ex art. 1102 1° comma c.c. (cfr Cass. 3084/94), trovi applicazione analogica il divieto di alterare il decoro architettonico già previsto per le innovazioni ex art.1120 2° comma c.c..

Nel pregiudizio estetico è compreso anche il pregiudizio economico (così anche Cass. 9717/97).

Inoltre, trattandosi – nel caso di specie – di installazione su parete esterna del fabbricato, è irrilevante il fatto che il condizionatore sia stato installato su una facciata che non prospetta sulla strada pubblica.

Il giudizio sulla lesione o meno del decoro architettonico, a seguito di installazione di condizionatori d’aria su muri esterni, dipende essenzialmente dalle caratteristiche specifiche dell’impianto e dalle modalità con cui esso viene posizionato sulle parti comuni.

Nel caso di specie, viste le mastodontiche dimensioni del condizionatore fatto installare dai ricorrenti, la Cassazione ha rilevato che la presenza di altri condizionatori installati anteriormente sulla stessa parete esterna, se pure comporta un pregiudizio alla estetica del fabbricato, non vale, però, a legittimare ulteriore aggravio, in considerazione delle misure particolarmente grandi del condizionatore e della sua collocazione vicino alle finestre.

1 commento:

Marco Marconato ha detto...

Complimenti per la sua riflessione, Sr MAssimo. Mi chiamo Marco Marconato. Sono incappato per caso sul suo articolo, ma dopo averlo letto non posso non "sottoscrivere" tuto quello che ha detto! Per esperienza (lavoro con i condizionatori) mi sono scontrato molte volte con installazioni in condomini..situazioni in cui, spessissimo, mi sono dovuto sostituire all'amministratore "assente" o "irreperebile". Mi permetto di aggiungere che per installazioni di questo tipo occorre anche tanto buon senso e la voglia dei condomini di rispettare i propri vicini. Consideri che spesso (nei palazzi più piccoli soprattutto) non c'è un amministratore esterno etutto viene gestito internamente dalle famiglie. Suggerisco, personalmente, di non dimenticare anche la qualità dell'installazione del condizionatore dalla quale possono derivare rumori, vibrazioni, gocciolamenti: è importante la posizione del motore, ma anche la qualità del montaggio e dei collegamenti dei cavi! non ho un sito personale, però se posso, segnalo una lettura utile sul questo piccolo blog che mi sono permesso di indicare.
GRazie Sr Massimo

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget