venerdì 3 ottobre 2008

Il dissenziente può essere esonerato dalla lite.


L'articolo 1132 del Codice civile si applica ogni qualvolta l'assemblea dei condomini abbia deliberato di intraprendere o resistere ad una lite giudiziaria sia nei confronti di terzi o riguardo ad uno dei condomini.

Se il dissenso è stato comunicato all'amministratore nel termine dei trenta giorni prescritti dalla norma, il condomino dissenziente ha diritto ad essere esonerato dalle spese della lite in caso di soccombenza.

Una delibera di ripartizione delle spese di lite, che le attribuisse anche al dissenziente sarebbe, infatti, affetta da nullità ( Caassazione civile, sezione II, 11126, 15 maggio 2006 ).

Fonte: "L'esperto risponde" de Il Sole 24Ore

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget