mercoledì 22 ottobre 2008

I costi per le grondaie si dividono fra tutti.


Salvo che il regolamento di condominio non disponga diversamente, se il tetto - con tutte le sue componenti ( grondaie, canali e quant'altro ) - copre per intero l'edificio condominiale, le spese relative alle grondaie devono essere ripartite tra tutti i condomini, in base alla tabella condominiale di proprietà ( Cassazione 11423, 27 novembre 1990 ).

Se il tetto non copre tutte indistintamente le proprietà esclusive del condominio, la ripartizione delle spese deve farsi tenendo conto soltanto dei millesimi dei condomini, le cui proprietà sono coperte dal tetto, cioè comprese nella proiezione verso il basso dei limiti del tetto stesso: Cassazione 1923, 6 luglio 1973 ).

Fonte: " L'Esperto risponde " de Il Sole 24 Ore

2 commenti:

giuseppe ha detto...

Trattasi di un edificio atipico formato da un tetto e da tante terrazze a livello , durante la ristrutturazione il D.L. ha installato sia sui balconi che sulle terrazze a livello delle grondaie.La relativa spesa come viene ripartita? Il fabbricato è provvisto di tabelle per il tetto e per le terrazze a livello.Il costo delle grondaie seguono i balconi e le relative terrazze oppure no :grazie

Anonimo ha detto...

le grondaie dei terrazzi a livello o balconi aggettante in base alla legge condominiale le spese di rifacimento sono dei singoli proprietari compreso il ripristino di intonaco e frontalino quello che è di competenza condominiale sarebbe solo la tinteggiatura.

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget