venerdì 5 settembre 2008

L'amministrazione si può affidare a una società.

Da tempo, la giurisprudenza ha ammesso la possibilità di nominare, come amministratori di condominio, le società di persone ( società semplici, società in nome collettivo, società in accomandita semplice): si vedano la Cassazione, 24 dicembre 1994, n. 11155 e Corte di Appello di Milano 11 dicembre 2002.
Successivamente, la giurisprudenza ha anche ammesso la possibilità di nominare le società di capitali come amministratori di condominio: si veda in questo senso, Tribunale di Milano, 18 novembre 2004 e Cassazione, 24 ottobre 2006, n. 22840, per le quali " anche una persona giuridica può essere nominata amministratore del condominio degli edifici, posto il rapporto di mandato istituito nei confronti delle persone giuridiche, quanto all'adempimento delle obbligazioni ed alla relativa imputazione della responsabilità, può essere caratterizzato dagli stessi indici di affidabilità, che contrassegnano il mandato conferito a una persona fisica ".
Articolo tratto da " L'esperto risponde " de Il Sole 24Ore.

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget