giovedì 18 settembre 2008

Bonus sociale sulle spese per l'elettricità.

Sono state diramate dall'Autorità per l'energia e il gas le modalità operative per usufruire del bonus sociale sull'elettricità.
Il nuovo regime garantirà ai clienti domestici in condizioni di disagio economico un risparmio del 20% circa sulle bollette dell'energia elettrica.
Il valore del 'bonus' sarà differenziato in base alla numerosità del nucleo familiare: 60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone; 78 euro/anno per un nucleo di 3-4 persone; 135 euro/anno per un nucleo di più di 4 persone.
A regime, potranno beneficiare della compensazione sociale circa 5 milioni di clienti disagiati, ai quali saranno assegnati complessivamente circa 384 milioni di euro l'anno.
Il sistema, pienamente operativo dal gennaio 2009, prevede che il godimento del bonus, per le richieste effettuate entro il 28 febbraio 2009, possa essere retroattivo per tutto il 2008, e comporterà alcune novità di rilievo: in particolare, verrà di fatto assicurato un ulteriore riallineamento della tariffa ai reali costi sottostanti, riassorbendo parzialmente i meccanismi di sovvenzione incrociata, presenti nell'attuale sistema tariffario.
Il riallineamento comporterà una diminuzione di spesa di qualche punto percentuale per i consumi medio-alti (2700-4800 kWh/anno) nelle abitazioni di residenza (situazione che interessa tipicamente le famiglie numerose), ed un aumento di spesa per i consumi molto alti (sopra i 5000 kWh/anno) e per quelli bassi (per es., single benestanti).
Articolo tratto da ANACI

Nessun commento:

ShareThis

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin

wibiya widget